Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Libro: I pagamenti elettronici, dal baratto ai portafogli digitali

Lo avevamo anticipato durante la seconda edizione di Obiettivo ePayment lo scorso 16 dicemre e ora finalmente è disponibile il libro I pagamenti elettronici. Dal baratto ai portafogli digitali di Giulia Aranguena e Devid Jegerson (ed. goWare).

Copia di libroSono contento perché come tutti i libri, anche questo ha una storia e io un po’ la conosco. La prima mail che ho ricevuto da Devid Jegerson è datata 10 marzo 2012. Erano passati alcuni mesi dalla prima edizione del No Cash Day e dal primo post di Waroncash.org, un sito che avevo avviato assieme ad Andrea Begnini per fare informazione sui pagamenti elettronici, il primo in Italia. Il dialogo con Devid è sempre rimasto costante, un confronto per me molto utile perché, sebbene avessi deciso di dedicarmi al settore dell’epayment, la mia conoscenza sul tema era ancora molto poca. Devid all’epoca lavorava in IWBank e aveva nel cassetto un libro proprio sugli strumenti digitali di pagamento, ma come spesso accade era in quel cassetto da troppo tempo e ci sarebbe rimasto forse per sempre se più tardi, nel 2013 non lo avessi messo in contatto con Giulia Aranguena anche lei figura importante per le attività che seguo: curiosa ma soprattutto molto rigorosa, già autrice di un libro sul Bitcoin.

Pensai che un libro sull’epayment dovesse toccare anche l’argomento delle criptovalute quindi il mio suggerimento a Devid fu di accogliere una sezione dedicata a cura di Giulia.
Lui esperto di monetica lei avvocato specializzata in sistemi di pagamento, la combinazione ha funzionato meglio di quello che potevo immaginare perché il loro impegno ha permesso di cambiare la struttura originaria del libro per renderla più completa e arricchita anche grazie all’inserimento di una sezione di ePayment law aggiornata con le ultime riforme normative a livello europeo.
Sono stati due anni di accelerazioni e stop improvvisi, revisioni infinite, litigate “insanabili” e quando le cose riprendevano, mi ci mettevo io con i classici suggerimenti da comunicatore come in “Per un pelo”: la faresti un po’ più blu?
Il libro apre con una prefazione del deputato Sergio Boccadutri che negli ultimi due anni ha lavorato intensamente per lo sviluppo dei pagamenti digitali in Italia e che ha chiuso il 2015 con un bel successo, riuscendo a far inserire nella legge di stabilità alcuni punti fondamentali per la diffusione dell’epayment.
Il libro di Giulia Arangüena e Devid Jegerson affronta anche questi passaggi e ha il merito di farlo con una ricchezza di dati e approfondimenti enormi. È un testo che riesce ad avere due livelli di lettura, quello utile a chi si avvicina al mondo dei pagamenti elettronici e l’altro di approfondimento, per chi già conosce la materia. Ed è un libro pubblicato contemporaneamente all’uscita di due importanti provvedimenti europei, il Regulation on Interchange Fees for Card-Based Payment Transactions, recentemente approvato, e la nuova Payment Services Directive (pds2) che non solo abroga la precedente, ma innova fortemente il sistema, allargando il mercato dei pagamenti online, attraverso l’inclusione di nuovi operatori e servizi innovativi
Tratto dalla prefazione di Sergio Boccadutri
Un altro innesto prezioso è l’intervista che lo stesso Devid ha fatto a Dave Birch, mio amico e considerato uno dei massimi esperti al mondo di digitalizzazione del denaro e identità digitale e quando si parla di regole il suo punto di vista è sempre più radicale:
L’innovazione nel settore dei pagamenti sicuramente può venire da imprese e privati che hanno una regolamentazionepiù leggera. Separare il settore dei pagamenti dal business bancario non è una cosa negativa, perché i pagamenti sono la parte più costosa del modello di business delle banche e queste potrebbero comunque operare nel settore dei pagamenti creando loro stesse nuove imprese controllate o joint venture che potrebbero funzionare con istituti di pagamento ma con una base di costi più competitivi.
Il libro è disponibile su Amazon. eur 4.99 versione Kindle e 14.99 versione print on demand.
Buon 2016!