Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

La “call for papers” di BCE e Bankitalia

Sul sito di Banca d’Italia è stata pubblicata lo scorso 23 gennaio una call for papers in occasione della Conferenza congiunta tra BCE e Banca d’Italia che si terrà tra il 30 novembre e il 1 dicembre 2017 a Roma. Si tratta della quinta di una serie di conferenze sui pagamenti al dettaglio organizzate dalla Banca Centrale Europea in collaborazione con una banca centrale nazionale. L’obiettivo è di riunire operatori del mercato, policy-maker, autorità di regolamentazione e ricercatori per consentire loro di condividere esperienze, ricerche e analisi. Il titolo di questa edizione è “La trasformazione digitale dell’ecosistema dei pagamenti al dettaglio”.
La call for papers è rivolta ad accademici, autorità pubbliche, gruppi con interessi specifici o del settore privato e si invita a presentare articoli su questioni di policy, teorici, e/o empirici. Gli articoli, sul tema dei pagamenti al dettaglio digitali, dovranno focalizzarsi su almeno uno dei seguenti tre temi:

  • La trasformazione digitale nei pagamenti al dettaglio – pagamenti istantanei, servizi di disposizione di ordine di pagamento, pagamenti tramite dispositivi mobili e borsellini elettronici.
  • Trasformazioni prodotte dall’innovazione tecnologica – tecnologie distributed ledger, monete virtuali ed evoluzione dei conti correnti di corrispondenza.
  • Sfide e opportunità della digitalizzazione a) Innovazione, concorrenza, interoperabilità

E’ una bellissima occasione, questa, per offrire il proprio contributo allo sviluppo del mercato dei pagamenti sotto molti punti di vista. La call è formulata bene e i tre punti sono dettagliati offrendo numerosi spunti di lavoro.

E’ facile immaginare che  risponderanno in molti, tenuto in considerzione che si tratta di una chiamata a livello europeo. Speriamo che l’Italia offra il proprio contributo, del resto non mancano certo professionalità di spessore in grado di comptere con i colleghi europei.

Dopotutto non dimentichiamoci che money è una parola tutta italiana: moneta!