Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

eToro proclama il Bitcoin Day

Domani 31 ottobre 2018 eToro, la piattaforma di social investing israeliana, proclama il Bitcoin Day per celebrare i 10 anni del Bitcoin. Era il 31 ottobre 2008, dieci anni fa,  quando su internet comparve per la prima volta il termine Bitcoin, grazie alla pubblicazione di quella che sarebbe poi diventata la bibbia delle criptovalute: il whitepaper di Satoshi NakamotoBitcoin: un sistema di moneta elettronica peer-to-peer”. Se oggi, dopo 10 anni, digitiamo su Google “bitcoin” compaiono oltre 300 milioni di risultati in pochi secondi. Nell’intero 2017 “bitcoin” è stata la seconda parola più cercata tra le notizie e la terza nella categoria “how to” ovvero “come comprare bitcoin”.

Oggi il bitcoin è accettato come strumento di pagamento da moltissime aziende e organizzazioni come Microsoft, Expedia, Save the Children, Virgin, Starbucks e HTC. La stessa Christine Lagarde, numero uno del Fondo Monetario Internazionale, ha ammesso l’impatto positivo che il bitcoin potrebbe avere per la società, attraverso un post firmato da lei lo scorso 16 aprile 2018 e la Slovenia ha annunciato la nascita della prima Bitcoin City.

Nel suo più celebre tweet, il programmatore John McAfee, noto soprattutto per il suo antivirus, è sicuro che il bitcoin entro il 2020 avrà un valore di oltre 500mila dollari, arrivando forse a un milione. Non solo, l’imprenditore e futurologo Nell Watson, membro della Facoltà di Intelligenza Artificiale e Robotica della Singularity University in California, per dare il senso a quello sta accadendo, spiega che: “Il supercomputer più potente del pianeta non è di proprietà né dei russi, né dei cinesi, né degli americani o nemmeno degli europei, ma di tutti noi: c’è più potenza di calcolo nella rete di hashing bitcoin che nei primi 500 supercomputer di tutto il mondo messi insieme. Questa rete utilizza circa l’1% di tutta l’elettricità generata sul pianeta oggi, la stessa utilizzata dall’intera Austria in un anno”.

Chissà se Satoshi ha scelto il 31 ottobre come personale scherzetto per la notte di Halloween o perché prevedeva che prima o poi il bitcoin sarebbe diventato un investimento, fatto sta che quel giorno, il 31 Ottobre 2008, era 84a edizione della Giornata Mondiale del Risparmio, e la verità è che il Bitcoin nasce in risposta alla crisi del sistema finanziario globale: una moneta elettronica, capace di essere unità di conto e che non dovesse essere depositata su un conto corrente e quindi non fosse esposta alle dinamiche del sistema bancario. “Dopo solo dieci anni quella visionaria intuizione diventa realtà e nella nostra visione, Bitcoin e la tecnologia che la sottende, la blockchain, sono destinati a modificare radicalmente non solo il mondo finanziario ma l’intero settore dei servizi per come lo conosciamo.” A parlare è Edoardo Fusco Femiano, Market Analyst Italia di eToro e non sono affermazioni esagerate perché quel 31 ottobre 2008 capitò solo una settimana dopo il crollo della quarta banca d’investimento più grossa degli Stati Uniti, la Lehman Brothers. Da quel momento, dagli scatoloni pieni di effetti personali degli impiegati sotto choc della “Lehman” che uscivano scortati dalla sicurezza, cominciò ad affermarsi un modo tutto nuovo di concepire il denaro e il modo di trasferirlo, che non aveva più bisogno di passare attraverso un intermediario.

I passaggi più importanti del Bitcoin:

  • 31 ottobre 2018 – Pubblicazione del Manifesto di Satoshi Nakamoto
  • 3 gennaio 2009 – minati i primi 50 bitcoin
  • 5 ottobre 2009 – prima quotazione: un bitcoin vale 1.309 dollari
  • 12 ottobre 2009 – prima transazione con bitcoin
  • 22 maggio 2010 – primo acquisto con bitcoin: due pizze con 10mila bitcoin
  • 17 luglio 2010 – nasce Mt.Gox, l’exchange più importante
  • 6 novembre 2010 – la capitalizzazione bitcoin supera un milione
  • 10 giugno 201 – Mt.Gox subisce un attacco hacker
  • 28 marzo 2013 – la capitalizzazione supera un miliardo di dollari
  • 6 agosto 2013 – in Texas si stabilisce che il bitcoin è una valuta
  • 29 novembre 2013 – la quotazione supera 1000 dollari
  • 5 dicembre 2013 – in Cina il bitcoin diventa illegale
  • 2015, registrate diverse società di venture capital che investono oltre 1mld in aziende operanti sul Bitcoin
  • 31 ottobre 2015 – il bitcoin è sulla copertina dell’Economist
  • 1 aprile 2017 – il Giappone legalizza il Bitcoin
  • 11 dicembre 2017 – prendono vita i futures in bitcoin alla borsa di Chicago
  • 17 dicembre 2017 – sfiora i 20mila dollari
  • 31 ottobre 2018 – eToro proclama Bitcoin Day a 10anni dalla pubblicazione del Manifesto di Satoshi Nakamoto